Come Pulire i Pannelli Fotovoltaici?

Come pulire i pannelli fotovoltaici?

Finalmente avete installato i vostri pannelli fotovoltaici ma col tempo potrebbero sporcarsi e perdere un po’ di efficienza. Vediamo allora come pulire i pannelli fotovoltaici per farli tornare a rendere al massimo delle potenzialità.

Perché è necessario pulire i pannelli solari?

Se hai installato un sistema di energia solare residenziale, i tuoi pannelli solari sono generalmente piatti, inclinati e sul tetto. Quanto spesso pulisci il tetto? Probabilmente non molto spesso, molto probabilmente mai.

Nella maggior parte dei casi, non è necessario pulire i pannelli solari spesso, se non del tutto. Dopotutto, tutto ciò che accumula sporco su di loro (ad esempio, polvere o polline) verrà lavato via la prossima volta che piove. Tuttavia, a volte potrebbe avere senso pulire i pannelli solari. Se hai molti escrementi di uccelli sui tuoi pannelli, la pioggia potrebbe non lavarli via facilmente, quindi è una buona idea pulirli. Inoltre, se vivi in uno stato incline alla siccità o, se piove è solo una pioggia molto leggera, potresti aver bisogno di pulirli di tanto in tanto.

Lo sporco e i detriti hanno un impatto sull’efficacia dei tuoi pannelli solari?

Ebbene sì e no. E non molto. Sì, sporco e detriti possono influenzare la quantità di luce solare che passa per convertire la luce in energia. Ma la quantità di riduzione dell’efficienza è minima, forse il 5% o meno. E, con un tipico sistema solare da 5kW, questo potrebbe equivalere a circa 20 € di perdita nella bolletta energetica. Non mensile – nel complesso. E in generale, anche se stiamo parlando di aree con siccità, alla fine quando piove, un paio di mesi dopo, tutto verrà lavato via e potrebbe non valere la pena affrontare la seccatura di pulirlo.

Un professionista o fai da te?

Se decidi che i tuoi pannelli solari devono essere puliti, ci sono due modi principali per farlo: assumere un professionista o farlo da solo. Molte aziende del solare ti offriranno questo tipo di servizio, ovviamente a pagamento. Potrebbero offrirlo come parte di un servizio di manutenzione annuale o suggerirti di farlo ogni tanto quando vengono a installare il prodotto. La verità è che ciò che ottieni in termini di costi nella bolletta energetica non supera l’importo che devi sborsare a queste aziende per eseguire il lavoro. Le aziende solari spesso fanno pagare una somma elevata per fare questa pulizia, per non molto ritorno sulla bolletta energetica.

D’altra parte, se fossi interessato a farlo da solo, generalmente avrai tutto ciò che ti serve per farlo a casa. Nella maggior parte dei casi, non coinvolgerà nient’altro che un tubo flessibile, forse un po ‘di sapone, e sei a posto. Questo potrebbe essere utile anche nelle aree soggette a siccità, perché essenzialmente quello che stai facendo con il tubo è la stessa cosa che farebbe la pioggia se ne avessi di più nella tua zona.

Ci sono modi per determinare se i tuoi pannelli solari hanno bisogno di essere puliti per cominciare. Uno è l’ispezione fisica dei pannelli per individuare detriti, sporcizia, escrementi di uccelli, ecc. L’altro è l’uso di un sistema di monitoraggio che ti avverte del funzionamento e delle prestazioni dei pannelli solari. Questo può avvisarti di qualsiasi esigenza di manutenzione del tuo sistema, sia essa meccanica, elettrica o di pulizia.

Cosa usi per pulire i pannelli solari?

Se sei interessato a pulire da solo i tuoi pannelli solari residenziali, ci sono una varietà di prodotti che puoi usare per pulirli. Ma prima le cose principali. Verificare con i propri installatori e fornitori di pannelli solari per determinare se ci sono informazioni sulla pulizia dei pannelli solari, consigli e cose da fare o da evitare quando si tratta di pulire il sistema.

Il modo più efficace per pulire i pannelli solari è con un tubo flessibile e un secchio di acqua saponosa. In sostanza, nello stesso modo in cui laveresti la tua auto a casa. Poiché non vuoi graffiare i pannelli in alcun modo, è meglio usare solo acqua e una spugna non abrasiva per applicare acqua saponosa. Tieni presente che non dovresti utilizzare alcun tipo di spruzzatore d’acqua ad alta pressione per lavare i pannelli solari. Un attacco ad alta pressione può danneggiare i pannelli solari stessi.

Attenzione ai prodotti chimici

Se usi qualcosa di diverso dalla semplice acqua, specialmente per sbarazzarti di fastidiosi escrementi di uccelli, assicurati solo che quello che stai usando sia morbido e privo di setole dure. Le spugne sono ottimi prodotti per pulire i pannelli solari perché non graffiano. Se decidi di usare un po’ di sapone sulla spugna, usa qualcosa con cui pulire i tuoi piatti. Detersivi per bucato e altri prodotti chimici più forti potrebbero interagire con i pannelli solari in modo negativo. Ricorda che l’acqua naturale funziona meglio nel 99% dei casi.

Attenzione alle setole dure

Tieni presente che i pannelli solari possono essere estremamente caldi quando il sole li colpisce. È meglio scegliere una giornata fresca e nuvolosa per pulire i pannelli. Non solo per proteggerti dalle ustioni, ma se stai tentando di pulire i pannelli solari quando fa molto caldo, l’acqua saponosa che stai mettendo sui pannelli evaporerà rapidamente e potrebbe lasciare residui o macchie sui pannelli che possono influire la loro efficacia.

Vale la pena pulire i pannelli solari?

Sulla base della ricerca, gli esperti sono propensi al “no”. E soprattutto se vuoi assumere un’azienda professionale per pulirli e non con il metodo fai-da-te. Diamo un’occhiata ad alcuni numeri. In media, quando i tuoi pannelli solari si sporcano, aspettati una variazione della produzione del 5% o inferiore. E questo è solo quando sono sporchi. Nella maggior parte dei climi, se sui pannelli sono presenti polvere o detriti e la loro produzione di energia è registrata in un 5% in meno rispetto alle altre volte, la prossima pioggia laverà via i detriti ei pannelli solari torneranno alla loro efficienza ottimale. Anche se vivi in una zona soggetta a siccità, pioverà di nuovo.

Inoltre, la maggior parte dei pannelli solari è inclinata a un livello sufficientemente alto che la maggior parte degli accumuli scenderà direttamente dal pannello invece di attaccarsi alla parte superiore di esso. Anche con i pannelli inclinati, potresti avere un leggero accumulo sul pannello più basso (perché il deflusso si raccoglie in basso), ma la diminuzione della produzione basata solo su questo è così minuscola, non è qualcosa di cui vale la pena preoccuparsi.

Manutenzione e attenzione

Quindi, in generale, lascia che la pioggia si occupi della pulizia del tuo pannello solare. Monitora la funzionalità del tuo sistema prestando attenzione alle bollette energetiche e all’utilizzo di mese in mese. Se inizi a notare dei cambiamenti nella bolletta elettrica, forse è il momento di pensare alla pulizia o a qualche altro tipo di manutenzione. Se pensi che le fluttuazioni nella bolletta energetica possano essere dovute alla pulizia dei pannelli solari, verifica se l’efficienza torna alla normalità dopo una buona pioggia. Se trovi che la funzionalità continua a funzionare in modo instabile, potrebbe essere qualcosa di elettrico che deve essere riparato invece di essere semplicemente pulito.

Domenico Buoniconti

Domenico Buoniconti

Astrofisico ed ecologista, studio con grande passione le energie rinnovabili per avere, giorno dopo giorno, un quadro sempre più chiaro del mercato energetico e di tutte le tecnologie pronte ad imporsi nel prossimo futuro.
Lo sviluppo dell'eolico offshore

Lo Sviluppo dell’Eolico Offshore

Il mercato delle energie rinnovabili sta acquisendo slancio, vediamo in particolare quali sono le prospettive dello sviluppo dell’eolico offshore. Il mercato globale dell’eolico offshore è

Leggi altro »
Asia Leader delle Batterie

Asia Leader delle Batterie

Diamo un’occhiata alla rapida espansione del mercato delle batterie, vedendo come l’Asia sia leader delle batterie sia a livello di sviluppo tecnologico che di utilizzo.

Leggi altro »