Le energie rinnovabili abbracciano Biden

biden rinnovabili

Il settore delle energie rinnovabili americano esulta per l’elezione di Joe Biden come prossimo presidente degli Stati Uniti. Infatti, gli organi del settore pongono l’accento sul potenziale per il paese di rientrare nella leadership climatica globale sotto la nuova amministrazione.

Un futuro di energia pulita

Il CEO di Solar Energy Industries (SEIA) Abigail Ross Hopper ha affermato che una presidenza Biden “promuoverà l’energia pulita incorporando la giustizia ambientale. Mentre, il CEO dell’American Council on Renewable Energy (Acore) Greg Wetstone ha definito le elezioni fondamentali per creare “il futuro di energia pulita che gli americani vogliono”.

Tom Kiernan, CEO dell’American Wind Energy Association (AWEA), ha affermato che la vittoria di Biden “darà forma a un futuro energetico più pulito e più prospero” per il paese.

La vittoria di Biden rappresenta un “voto per un futuro che si concentra sulle soluzioni ai cambiamenti climatici e sul nuovo impegno sulla scena internazionale”.

La ripresa passa dalle rinnovabili

“Una transizione accelerata verso l’energia rinnovabile fornisce sia protezione del clima che prosperità economica. Con oltre 60 miliardi di dollari di investimenti annuali e due delle categorie di lavoro in più rapida crescita nella nazione – tecnico di turbine eoliche e installatore di energia solare – l’energia rinnovabile può aiutare a sostenere la ripresa economica dell’America”.

La strategia di Biden combatterebbe il cambiamento climatico e consentirebbe a questa industria di creare centinaia di migliaia di posti di lavoro ben retribuiti in tutto il paese.

Biden ha in mente un approccio ambizioso e completo alla politica energetica che riconosce la capacità delle energie rinnovabili di far crescere l’economia americana. Ciò crea un ambiente più pulito, mantenendo bassi i costi dell’elettricità e combattendo la minaccia del cambiamento climatico.

La spinta dell’eolico

Il settore eolico statunitense fornirà tanti posti di lavoro con una buona retribuzione all’economia americana. Tutto ciò finalizzato a raggiungere l’obiettivo di un’America senza emissioni di carbonio entro la metà di questo secolo.

L’elezione del presidente Biden mette l’industria dell’energia eolica offshore sull’orlo di una crescita sostanziale. La nuova amministrazione promette di riportare l’attenzione sulle energie rinnovabili e l’eolico offshore tra i beneficiari.

Biden-Trump, due mondi contrapposti

Il divario politico sull’energia rinnovabile tra Donald Trump – oppositore schietto e mal informato dell’energia eolica – e Joe Biden è chiaro. Infatti, per Trump le turbine eoliche sono “un sogno irrealizzabile”. Questo perchè per lui le turbine causano più emissioni rispetto al gas. Biden, invece, ha salutato il settore come la fonte di posti di lavoro in più rapida crescita in America.

Biden rientrerà nell’accordo di Parigi entro 24 ore dall’arrivo alla Casa Bianca, con un piano che prevede almeno $ 2 trilioni di dollari in azioni sul clima.

L’obiettivo ultimo sarà decarbonizzare gli Stati Uniti entro il 2035.

Domenico Buoniconti

Domenico Buoniconti

Astrofisico, ecologista ed esperto di sviluppo sostenibile. Content creator e consulente per l’efficienza energetica, mi pongo l’obiettivo di aiutare le aziende a sviluppare il proprio potenziale in ambiente digitale al fine di interfacciarsi sempre meglio ai loro clienti.