Il Futuro del Biodiesel

Il Futuro del Biodiesel

Quali sono le previsioni dello sviluppo futuro del biodiesel nei prossimi anni? Considerando i dati raccolti dalla IEA, la produzione dovrebbe contrarsi di circa il 5% a 46 miliardi di L nel 2020. La maggior parte di questa riduzione sarà nei mercati europei.

La produzione europea dovrebbe riprendersi nel 2021 combinato con la crescita continua nei paesi dell’ASEAN e negli Stati Uniti. L’espansione della produzione di HVO (Hydrotreated Vegetable Oil) a Singapore e negli Stati Uniti rappresenta oltre la metà di questo aumento.

Il calo del biodiesel del 2020

Si prevede che la produzione diminuirà del 13,5% a 13,6 miliardi di litri nel 2020. Un fattore chiave di questa riduzione è la pandemia Covid-19, che ha ridotto la domanda di diesel dell’UE del 10,5% nel 2020. Inoltre, la capacità di stoccaggio è satura e il prezzo del biodiesel è diminuito più rapidamente del costo delle materie prime, sfidando l’economia della produzione di biodiesel. Due terzi della produzione proviene da Francia, Germania, Spagna e Paesi Bassi e circa un quarto della produzione totale dell’UE proviene da HVO.
Il calo della produzione sarebbe stato ancora maggiore se non fosse stato per i mandati sui biocarburanti di vari stati membri (es.Francia, Italia, Polonia e Spagna) legati all’obiettivo 2020 della Direttiva sulle Energie Rinnovabili (RED) del 10% di energie rinnovabili nei trasporti. La quota tedesca per la protezione del clima ha anche rafforzato il suo obiettivo legato carbone nel 2020, aumentando in particolare la domanda di biodiesel e HVO.

Cresce l’uso di HVO

Nel periodo 2023-25, si prevede una produzione media di 16,5 miliardi di L in tutta l’UE. L’utilizzo di HVO si amplia notevolmente grazie alle sue vantaggiose caratteristiche tecniche. Tuttavia, solo il 30,5% di tutte le autovetture immatricolate nell’Unione Europea nel 2019 erano alimentate a diesel. Un numero inferiore di immatricolazioni di auto diesel e flotte di veicoli passeggeri e merci su strada sempre più efficienti significa quindi che il consumo di diesel diminuisce del 10% nel periodo di previsione, riducendo la domanda di biodiesel e HVO creata dalle politiche di mandato.

Una possibile grande crescita nel periodo 2023-2025

Negli Stati Uniti, la produzione di biodiesel e HVO ha raggiunto un record di 8,4 miliardi di L nel 2019. Nel 2020, la produzione dovrebbe mantenersi stabile a circa 8,2 miliardi di L. Il calo causato dalla pandemia Covid-19 è controbilanciato dalla domanda guidata dalle politiche.
Una produzione media annua di biodiesel di 14 miliardi di L è prevista nel 2023-25. Il principale motore della crescita è la grande produzione di HVO derivante da una raffica di investimenti nella capacità di produzione, inclusa la conversione di diverse raffinerie di combustibili fossili.

Record in Indonesia

In Indonesia, nel 2019 è stato prodotto un record di 7,2 miliardi di litri di biodiesel. Si prevede che la produzione nel 2020 aumenterà leggermente fino a 7,9 miliardi di L. L’aumento del mandato nazionale di miscelazione dal 20% al 30% all’inizio del 2020 ha compensato un 12,5% di riduzione della domanda di diesel a causa del Covid-19.
Si prevede un sostegno politico continuo durante il periodo di previsione, poiché la dipendenza dalle importazioni di petrolio dell’Indonesia è in aumento. Migliorare la sicurezza dell’approvvigionamento è quindi un obiettivo chiave delle misure che sostengono il consumo di biocarburanti prodotti a livello nazionale nei trasporti. Il mandato del biodiesel dovrebbe salire al 40% durante il periodo di previsione, con i test sui veicoli già in corso.
Durante il periodo 2023-25, è pertanto prevista una produzione media annua di 10,5 miliardi di L, con un maggiore consumo di biodiesel stimolato da una crescita della domanda di diesel del 10% nel 2021-25. L’aumento della produzione viene fornito dai nuovi impianti che entrano in funzione e dalla capacità sottoutilizzata che aumenta la produzione.

Il biodiesel in Brasile

Il Brasile ha prodotto un record di 5,9 miliardi di litri di biodiesel nel 2019. Si prevede che un buon raccolto di soia e una domanda più forte derivante da un aumento del mandato di miscelazione (al 12%) quest’anno aumenteranno leggermente la produzione fino a 6 miliardi di litri nel 2020. La produzione potrebbe aumentare fino a 7 miliardi di L entro il 2025, riducendo l’attuale sovraccapacità dell’impianto di biodiesel. L’impulso principale per una maggiore produzione sarebbe un aumento graduale del mandato al 15% entro il 2023 e l’introduzione della politica RenovaBio, che probabilmente stimolerà una maggiore produzione da oli usati a basse emissioni di carbonio e materie prime di grasso animale.

Fonte (Global Energy Review 2020-IEA)

Domenico Buoniconti

Domenico Buoniconti

Astrofisico, ecologista ed esperto di sviluppo sostenibile. Content creator e consulente per l’efficienza energetica, mi pongo l’obiettivo di aiutare le aziende a sviluppare il proprio potenziale in ambiente digitale al fine di interfacciarsi sempre meglio ai loro clienti.