Pannelli Solari a Raggi UV?

Pannelli solari a raggi UV?

Le giornate nuvolose rappresentano un vero problema per i pannelli solari. Ma una nuova innovazione può convertire i raggi UV in energia, anche se il sole non splende.

Quando si tratta di fonti di energia rinnovabile, i pannelli solari sono fantastici. La loro efficienza è migliorata e i loro costi sono scesi al punto in cui sarebbe possibile installarli in ogni casa e risparmiare denaro nel processo.

L’intermittenza dell’energia solare

Ma poi arrivano le nuvole. L’intermittenza dei cieli è stata una delle maggiori sfide per questa fonte di energia rinnovabile altrimenti preziosa. Anche se non possiamo controllare la copertura nuvolosa, una nuova invenzione ha trovato un modo per aggirare l’incostanza dell’energia solare raccogliendo la luce ultravioletta invisibile che è presente indipendentemente dal tempo. Presto potrebbe trasformare le finestre e le pareti degli edifici in una nuova e ricca fonte di elettricità.

L’inventore uno studente di ingegneria

Il concetto si chiama AuREUS (che sta per Aurora Renewable Energy and UV Sequestration) ed è stato inventato da Carvey Ehren Maigue, uno studente di ingegneria elettrica nelle Filippine. Implica una combinazione di particelle luminescenti organiche che assorbono la luce UV e la convertono in luce visibile, e un film solare che poi converte quella luce visibile in energia. “È simile a come respiriamo ossigeno ed espiriamo anidride carbonica”, dice Maigue. “Assorbe la luce ultravioletta e poi, dopo un po ‘di tempo, la emetterebbe come luce visibile.”
Prodotta sotto forma di una resina simile a quella utilizzata nel vetro antiproiettile, questa tecnologia di raccolta della luce può essere utilizzata per creare finestre, muri o qualsiasi altra parte dell’esterno di un edificio, evolvendo il tradizionale impianto solare sul tetto. L’invenzione è stata recentemente selezionata come vincitrice del primo James Dyson Sustainability Award, che viene premiato con $ 35.000.

Dagli scarti agricoli alla luce

Maigue ha sviluppato AuREUS trasformando gli scarti delle colture ortofrutticole in un materiale luminescente in grado di convertire la luce UV. Mescolando questo con una resina e rivestendolo con un film solare, ha creato pannelli simili al vetro che possono produrre una quantità sorprendente di elettricità. Il suo prototipo è un singolo pannello di 3 x 2 piedi che ha installato nella finestra del suo appartamento. Colorato di verde lime ma trasparente, il pannello di prova può generare abbastanza watt al giorno per caricare due telefoni. Aumentati, dice, questi pannelli potrebbero consentire agli edifici di produrre tutta la propria elettricità.

Un materiale flessibile

Maigue afferma che la flessibilità del materiale consentirà ai progettisti di integrare forme che creano elettricità con quasi tutti i progetti. “Possiamo creare pannelli curvi, forme più complesse per le pareti o il design che desiderano senza subire una minore efficienza”, afferma. “Questo è uno dei modi in cui possiamo consentire ad architetti e ingegneri di esprimersi di più e di essere più artistici”.
Il progetto è stato selezionato per il premio da James Dyson, l’imprenditore britannico, e da un gruppo di ingegneri. AuREUS si è distinto tra i circa 1.800 partecipanti perché ha un potenziale commerciale così chiaro per risolvere una sfida globale. Potrebbe essere un enorme punto di svolta per il settore.

Il grande potenziale dei pannelli UV

Maigue dice che il passo successivo è creare un progetto pilota per utilizzare i pannelli su scala più ampia. La prima installazione su scala di un edificio sarà in una piccola clinica medica sulla remota isola di Jomalig, a quattro ore di barca dalla terraferma filippina. Uno degli amici di Maigue è il medico dell’isola e la clinica è spesso lasciata senza corrente durante i temporali. “L’impatto sarebbe quello di consentire alle infrastrutture critiche come le cliniche di funzionare anche se non c’è elettricità sulla rete dell’isola”, dice Maigue.

Spera anche che la tecnologia possa essere utilizzata in una gamma più ampia di prodotti. La resina può essere utilizzata nei fili, ad esempio, e Maigue afferma che esiste la possibilità di utilizzarla per creare tessuti che generano energia. Crede che prendere l’energia solare da fattorie solari su larga scala e strutture sui tetti e metterla nelle finestre delle persone, sui loro muri o persino nei loro vestiti possa essere un modo per convincere più persone a comprendere il potenziale delle energie rinnovabili.

Domenico Buoniconti

Domenico Buoniconti

Astrofisico ed ecologista, studio con grande passione le energie rinnovabili per avere, giorno dopo giorno, un quadro sempre più chiaro del mercato energetico e di tutte le tecnologie pronte ad imporsi nel prossimo futuro.
Lo sviluppo dell'eolico offshore

Lo Sviluppo dell’Eolico Offshore

Il mercato delle energie rinnovabili sta acquisendo slancio, vediamo in particolare quali sono le prospettive dello sviluppo dell’eolico offshore. Il mercato globale dell’eolico offshore è

Leggi altro »
Asia Leader delle Batterie

Asia Leader delle Batterie

Diamo un’occhiata alla rapida espansione del mercato delle batterie, vedendo come l’Asia sia leader delle batterie sia a livello di sviluppo tecnologico che di utilizzo.

Leggi altro »