Quando un Carburante Sostenibile per gli Aerei?

Quando un carburante sostenibile per gli aerei?

La crisi del Covid-19 ha avuto un grave impatto economico sull’industria aerea globale, con una percentuale significativa di compagnie aeree che necessitano di assistenza finanziaria. I governi di tutto il mondo hanno quindi agito rapidamente per fornire miliardi di dollari di sostegni finanziari attraverso pagamenti di sussidi diretti, prestiti, garanzie sui prestiti e livelli più elevati di proprietà. Questo apre la porta ai governi per esercitare una maggiore influenza sulle compagnie aeree per ridurre il loro impatto sul clima. Tuttavia, la maggior parte del sostegno è stata fornita senza condizioni ambientali con obbiettivi green, rendendo improbabile un significativo impulso nello sviluppo di carburanti per aviazione a basse emissioni di carbonio. Sorge allora spontanea la domanda, quando un carburante sostenibile per gli aerei? Non siamo molto vicini.

Un carburante sostenibile per i voli aerei

L’uso di SAF (Sustainable aviation fuel) è una componente importante negli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 a lungo termine dell’industria aeronautica. Questo rappresenta, però, solo lo 0,01% del consumo globale di carburante per l’aviazione dello scorso anno. Se il sostegno del governo fosse stato collegato al consumo di SAF, la produzione avrebbe potuto essere notevolmente accelerata. Questo basandosi sulle attività esistenti delle compagnie aeree per sviluppare combustibili a basse emissioni di carbonio.

La crisi dell’aviazione

La crisi del Covid-19 ha avuto gravi ripercussioni per l’industria dell’aviazione. I blocchi nazionali e regionali hanno limitato i viaggi e l’incertezza relativa alle restrizioni sui viaggi ha mantenuto l’attività dell’aviazione ben al di sotto delle proiezioni pre-pandemiche per il 2020. L’International Air Transport Association (IATA) ha indicato che la domanda di viaggi aerei è stata quasi il 60% inferiore nella prima metà del 2020 rispetto al 2019. L’impatto economico della crisi del Covid-19 sul settore dell’aviazione potrebbe raggiungere circa 420 miliardi di dollari nel 2020.

Le categorie dei sostegni governativi

Il sostegno del governo può essere sostanzialmente suddiviso in quattro categorie:

  • aiuti finanziari diretti, come coprire i pagamenti degli stipendi o compensare le perdite finanziarie dovute alla pandemia;
  • prestiti governativi tramite banche statali;
  • garanzie governative per prestiti presso banche commerciali;
  • iniezioni di capitale con cui i governi aumentano le loro quote azionarie nella compagnia aerea.

Quando la quota di proprietà del governo nelle compagnie aeree aumenta, c’è più potenziale per influenzare le attività green. Pertanto, quando i governi con obiettivi ambiziosi di riduzione delle emissioni di gas serra aumentano la loro partecipazione nelle compagnie aeree, potrebbero stimolare una maggiore diffusione del SAF.

Solo pochi stati sostengono la SAF

Questo sta già accadendo nella regione nordica. La Norvegia ha stabilito un mandato di miscelazione di biocarburanti dello 0,5% per il carburante per aviazione quest’anno e la Svezia prevede di introdurre un mandato di riduzione delle emissioni di gas serra per il carburante per aviazione il prossimo anno, a partire dallo 0,8% e aumentando gradualmente al 27% entro il 2030. La Francia ha proposto un SAF del 2% livello di miscelazione per il 2025. Le emissioni di gas serra del trasporto aereo internazionale non rientrano nei contributi determinati a livello nazionale (NDC) dei paesi nell’ambito dell’accordo globale sul clima COP21. Questo potrebbe smussare l’iniziativa di alcuni paesi di sostenere finanziariamente iniziative di riduzione delle emissioni. Le emissioni di gas serra del trasporto aereo nazionale, tuttavia, contano ai fini degli obiettivi NDC.

Il problema dei sostegni senza obbiettivi ambientali

Più di tre quarti del sostegno governativo analizzato è stato fornito senza alcun collegamento con le prestazioni ambientali. Delle 30 compagnie aeree, solo quattro devono soddisfare tali condizioni, tra cui la riduzione delle emissioni di CO2; sostenere aumenti di efficienza; e la sospensione di alcune rotte nazionali che potrebbero essere servite dalla ferrovia ad alta velocità esistente. Le attuali condizioni legate al sostegno finanziario alle compagnie aeree per combattere la crisi del Covid-19 non forniranno il notevole impulso necessario per accelerare lo sviluppo di combustibili a basse emissioni di carbonio.

Fonte (Global Energy Review 2020-IEA)

Domenico Buoniconti

Domenico Buoniconti

Astrofisico ed ecologista, studio con grande passione le energie rinnovabili per avere, giorno dopo giorno, un quadro sempre più chiaro del mercato energetico e di tutte le tecnologie pronte ad imporsi nel prossimo futuro.
Lo sviluppo dell'eolico offshore

Lo Sviluppo dell’Eolico Offshore

Il mercato delle energie rinnovabili sta acquisendo slancio, vediamo in particolare quali sono le prospettive dello sviluppo dell’eolico offshore. Il mercato globale dell’eolico offshore è

Leggi altro »
Asia Leader delle Batterie

Asia Leader delle Batterie

Diamo un’occhiata alla rapida espansione del mercato delle batterie, vedendo come l’Asia sia leader delle batterie sia a livello di sviluppo tecnologico che di utilizzo.

Leggi altro »